visualizzare il contenuto principale

Progetti all'estero

Papua

Papua Nuova Guinea: scuola e sanità

La Missione di Malala rappresenta per migliaia di persone una sicurezza per poter accedere all’istruzione primaria e secondaria o per poter essere curati e ricevere medicine indispensabili a curare soprattutto le malattie polmonari. Tra le fondatrici della Missione e tuttora attiva come insegnante, c’è suor Ingeburg Pircher che da 43 anni ha lasciato la sua Val Passiria per operare in Papua Nuova Guinea, sulla costa settentrionale dell’Oceano Pacifico, a favore delle popolazioni locali.

Syrien

Siria: tutelare una generazione

In Siria, tra le macerie di città e paesi, le famiglie cercano di sopravvivere. Tante si sono rifugiate in Paesi confinanti e vivono come possono, soprattutto grazie agli aiuti umanitari. Molti di loro sono bambini, una generazione traumatizzata, nata e cresciuta tre le macerie e la morte. Aiutaci a dare un aiuto concreto per garantire la sopravvivenza fisica, psicologica e umana a tanti senza più una casa, spesso colpiti da perdite familiari o ignari della sorte dei loro cari, costretti a vivere in esilio nella speranza di poter tornare nella loro terra, un giorno, in pace.

Äthiopien1

Etiopia: le fondamenta per un'esistenza sicura

Ricorrenti siccità mettono a rischio la vita di millioni di persone. Soprattutto le famiglie contadine dipendono dalle precipitazioni per ottenere di che vivere dalla coltivazione dei loro piccoli appezzamenti di terra. Nel centro di formazione a Graba Jarso ricevono sostegno per preparsi meglio ad affrontare situazioni difficili. L’ assistenza è tesa a migliorare anche la capacità di conservazione idrica, l’utilizzo delle sementi e la salvaguardia del suolo. Ulteriori progetti specifici sono destinati a donne e bambini, perchè sono la spina dorsale e il futuro dell'Etiopia.

Bolivien1

Bolivia: acquedotti di vita

La scarsità di precipitazioni e di acqua condizionano gravemente la popolazione della regione di Cochabamba. Gli agricoltori si ritrovano spesso ridotti alla fame e sono costretti all’abbandono delle proprie terre e all’emigrazione. Insieme alla Caritas di Aiquile abbiamo l’obiettivo di dotare i villaggi della regione dell’altopiano di Cochabamba di pozzi, cisterne, acquedotti e fontanelle familiari. Con la sicurezza di avere una regolare disponibilità idrica, oltre che dal punto di vista igienico e sanitario, le famiglie contadine potranno migliorare la produzione agricola e assicurare foraggio ai loro pochi animali.

Mosambik1

Mozambico: acqua a Mangunde

La scarsità di precipitazioni e di acqua condizionano gravemente la vita delle persone in Mozambico tanto che sempre più spesso i raccolti non giungono nemmeno a maturazione determinando carestie e sottoalimentazione nella popolazione. In collaborazione con i nostri partner stiamo affrontando da anni questo problema costruendo pozzi, cisterne, acquedotti e impianti di irrigazione per l’agricoltura. Nel corso degli anni, alla regione di Sofala, si potrà assicurare una buona disponibilità idrica migliorando la qualità di vita di chi la abita.

Serbien2

Serbia: assistenza domiciliare

La vita di tanti anziani nella provincia della Vojvodina è fatta di solitudine, emarginazione e ricordi. Povertà e disabilità rendono spesso impossibile pagare elettricità, affitto, riscaldamento, farmaci. La condizione di solitudine e malattia in cui vivono rendono queste persone sempre più isolate e chiuse nelle loro abitazioni, igienicamente trascurate e indebitate. Il team di assistenza domiciliare della Caritas Srem dà una risposta semplice ma concreta ai bisogni materiali, sanitari e psicologici alle persone anziane, oltre alla sicurezza di avere accanto una presenza affettuosa.

HiA2

Fame in Africa

Un africano su quattro non ha abbastanza da mangiare. I più colpiti dalla fame sono i bambini: se riescono a sopravvivere soffrono per tutta la vita degli effetti della malnutrizione e della fame. La loro crescita sarà compromessa in modo permanente dal punto di vista fisico e mentale. Con il vostro aiuto possiamo combattere la fame attraverso l’acquisto di sementi, la costruzione di granai, pozzi, bacini idrici, microcrediti, formazione e assistenza sanitaria.

EZA

Cooperazione allo sviluppo: aiuto all'auto-aiuto

Migliorare la vita delle persone che vivono in paesi molto più poveri dal nostro rimuovendo le cause che determinano i bisogni e dando ai beneficiari dei progetti gli strumenti necessari per cambiare le realtà di sofferenza, accompagnandoli finanziariamente e a livello di formazione: questo è il nostro lavoro, che ha come obiettivo la creazione delle condizioni di una futura auto-sostenibilità dei progetti. Nel pieno rispetto della diversità culturale, etnica e religiosa delle popolazioni beneficiarie degli interventi di aiuto vogliamo aiutare a migliorare le condizioni socio-economiche delle persone, garantire qualità della vita e dignità umana alle popolazioni, affermare la giustizia e affermare come diritti acqua, cibo, sanità, istruzione, casa e lavoro, uguaglianza e parità di genere.


Condividi con i tuoi amici