visualizzare il contenuto principale
« alla lista dei progetti

Macedonia: spalla a spalla

In un asilo di Skopje, 40 bambini rom sono seguiti da due maestre qualificate per imparare la lingua ufficiale del Paese e poter accedere alla scuola elementare avendo concrete speranze di inserimento e buoni risultati scolastici. Altri 40 bambini, già inseriti nelle scuole, nel pomeriggio frequentano il doposcuola. A tutti viene fornita anche assistenza sociale e sanitaria. Le loro famiglie vivono nella zona più povera e degradata della città, senza corrente elettrica, acqua potabile, strade, rete fognaria, in posti dove raramente vengono raccolti i rifiuti.

mensile

30 € scelto

semestrale

180 € scelto

annuale

360 € scelto

altro importo

Macedonia: spalla a spalla

L'emancipazione attraverso la scolarizzazione

“Promossi". L'ultimo giorno di scuola è una grande festa per i bambini di Topana. I loro genitori, che raramente sanno leggere e scrivere, arrossiscono dalla felicità e dall’orgoglio. I loro bambini avranno una vita diversa grazie al progetto “Spalla a spalla”, dove vengono assistiti e seguiti da maestre qualificate per imparare la lingua ufficiale del Paese e poter accedere così alla scuola elementare con concrete speranze di inserimento e buoni risultati scolastici. 

I Rom in Macedonia

Moltissimi Rom in Macedonia sono disoccupati e, se registrati all’anagrafe, ricevono un sussidio di 25-30 euro al mese e la possibilità di accedere alla sanità pubblica. In caso contrario, niente. Spesso abitano nelle zone più povere e degradate delle città, senza corrente elettrica, acqua potabile, strade, rete fognaria, in posti dove i rifiuti raramente vengono raccolti. Molti vivono come possono: piccoli commerci, raccolta di plastica, cartone, lavando vetri. Almeno il 25% dei Rom (il 50% delle donne) sono oralmente analfabeti, la percentuale sale moltissimo se il dato si riferisce a leggere e scrivere il macedone. La povertà delle famiglie e la mancanza di documenti di identità impediscono l’iscrizione scolastica dei bambini e, se iscritti, tanti abbandonano subito perché, non conoscendo la lingua usata a scuola, non riescono a seguire le lezioni e sono “abbandonati” dagli insegnanti. Solo il 9% dei bambini Rom termina la scuola obbligatoria, solo il 2% quella superiore. 

Il progetto "Spalla a spalla"

ll progetto prevede la partecipazione di 40 bambini a un biennio di asilo pre-scolare in cui effettuano una totale immersione linguistica nella lingua ufficiale utilizzata a scuola. Insieme alla lingua imparano alcune norme e abitudini comportamentali che consentiranno loro un più facile inserimento scolastico. Attraverso il gioco, la musica, le recite, le visite e lo studio delle prime nozioni scolastiche, i bambini imparano il vocabolario base della lingua ufficiale e potranno poi essere in grado di seguire le lezioni. Altri 40 bambini che frequentano le classi delle elementari, di pomeriggio, hanno la possibilità di usufruire dei corsi di doposcuola e ottengono buoni risultati a scuola.

Un euro al giorno per migliorare la vita di un bambino

Per ogni bambino il finanziamento per un anno di programma ammonta a 360 Euro.

I costi del progetto comprendono, oltre al vitto (tutti ricevono ogni giorno una merenda sostanziosa più frutta e latticini), anche 5 stipendi (4 insegnanti e il responsabile), materiali scolastici, acquisto di alcuni libri scolastici, materiali di igiene/pulizia, riscaldamento e affitto.

Chiunque è libero di inviare liberamente un qualsiasi importo e per il tempo che vuole (anche “una tantum”). Gli importi sopra riportati sono a titolo di proposta.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l'Ufficio esteri della Caritas Diocesi Bolzano-Bressanone: I-39100 Bolzano, via Cassa di Risparmio, 1 Tel. +39 0471 304 351 Fax +39 0471 304 395, international(at)caritas.bz.it 

I versamenti si possono effettuare nei seguenti istituti bancari (causale: Sostegno all’Infanzia/Macedonia):
Cassa Centrale Raiffeisen IBAN: IT42F0349311600000300200018
Cassa di Risparmio di Bolzano IBAN: IT17X604511601000000110801
Banca Popolare dell’Alto Adige IBAN: IT12R0585611601050571000032
Intesa Sanpaolo: IBAN: IT18B0306911619000006000065

« alla lista dei progetti

Condividi con i tuoi amici