visualizzare il contenuto principale
« alla lista dei progetti
prossimo progetto

Bolivia: ABC - Imparare significa un futuro migliore

Un posto nell'internato è una grande chance per i bambini dell'altopiano boliviano. Possono andare a scuola e studiare, per costruirsi così un futuro migliore. Nei loro paesi mancano gli insegnanti e soprattutto le scuole; le poche esistenti nell‘area rurale sono di scarsa qualità e spesso non prevedono neppure le prime cinque classi elementari. Povertà e sottosviluppo della popolazione fanno il resto e spesso una famiglia non può neppure acquistare i sussidi scolastici di base per uno dei propri figli.

mensile

30 € scelto

semestrale

180 € scelto

annuale

360 € scelto

altro importo

Bolivia: ABC - Imparare significa un futuro migliore

"Siamo davvero fortunati"

Imparare significa un futuro migliore. Jorge ha 15 anni e frequenta l’ultimo anno delle scuole medie qui a Pojo. "Anche quest’anno abbiamo studiato tante materie importanti ma quella che mi ha appassionato di più è stata scienze naturali perché per la prima volta quest’anno abbiamo sperimentato direttamente alcune tecniche agricole nel nostro super orto. Siamo davvero fortunati!”, dice il ragazzo.

Jorge è uno degli otto milioni di boliviani che vivono dispersi in un territorio di un milione di kmq quadrati. Nell'internato ha la possibilità di svolgere gli otto anni della scuola dell’obbligo, accedere alla formazione professionale, formazione religiosa, attività didattiche extra (computer, musica, teatro), attività culturali e sportive. Jorge e la sua famiglia non apparterà più a quel 50% della popolazione analfabeta e sfruttata di Cochabamba.

 

 

La vita sull'altopiano boliviano

Nella Diocesi di Aiquile, l‘analfabetismo, che riguarda maggiormente il settore femminile della popolazione, colpisce il 48% delle persone ma a ciò bisogna aggiungere il gran numero di semianalfabeti che sanno a malapena solo scrivere la propria firma. Mancano gli insegnanti e soprattutto le scuole; le poche esistenti nell'area rurale sono di scarsa qualità e spesso non prevedono neppure le prime cinque classi elementari. Povertà e sottosviluppo della popolazione fanno il resto e spesso una famiglia non può neppure acquistare i sussidi scolastici di base per uno dei propri figli.

Il progetto ABC

A Pocona, Pojo e Totora, (provincia di Carrasco, dipartimento di Cochabamba), in collaborazione con la Caritas diocesana di Aiquile, la Caritas sostiene le attività di tre internati scolastici formativi per bambini/e delle famiglie contadine più povere o numerose della zona. Sono 270 i minori provenienti da piccoli villaggi di montagna che beneficiano di questo progetto. Metà di essi sono bambine/ragazze. Oltre al vitto e all’alloggio, i tre internati offrono ai loro ospiti la possibilità di svolgere gli otto anni della scuola dell’obbligo, formazione religiosa, attività didattiche extra (computer, musica, teatro), attività culturali e sportive. Le famiglie sanno che i loro figli mangeranno tre volte al giorno, avranno un’istruzione qualificata, vestiti, scarpe e che vivranno in un ambiente pulito e caldo. Grazie allo studio potranno sperare in una vita migliore, senza più la paura di essere considerati “solo degli Indios analfabeti da poter sfruttare”. 

89 Centesimi al giorno per migliorare la vita di un bambino

89 centesimi al giorno è il costo del progetto “Abc…”: per ogni bambino, il finanziamento per un anno di programma ammonta a 324 Euro.

Nei costi sono comprese le spese per: vitto (3 pasti giornalieri), alloggio, materiale scolastico, trasporto, riscaldamento e pulizie e costi gestione delle strutture, stipendio insegnante e cuoca, cancelleria.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l'Ufficio esteri della Caritas Diocesi Bolzano-Bressanone: I-39100 Bolzano, via Cassa di Risparmio, 1 Tel. +39 0471 304 351 Fax +39 0471 304 395, international(at)caritas.bz.it

international(at)caritas.bz.it

prossimo progetto
« alla lista dei progetti

Condividi con i tuoi amici