visualizzare il contenuto principale
« alla lista dei progetti

C'è bisogno di aiuto

Chi pensa alla povertà spesso è convinto si tratti soltanto di uno stato di bisogno materiale e finanziario. Viene considerato povero, infatti, chi non ha entrate sufficienti, chi non possiede una casa oppure chi non ha da mangiare in maniera sufficiente. La povertà però è molto più: chi è povero spesso soffre di problemi psichici, perché è solo o ha pochissimi rapporti sociali, non riesce a dormire di notte perché le preoccupazioni non danno mai pace. Come Caritas combattiamo tutte le forme di povertà e sosteniamo le persone colpite dal bisogno per ridare loro speranza. Utilizzeremo la Sua donazione dove il bisogno è più grande.

25

25 € scelto

50

50 € scelto

100

100 € scelto

altro importo

C'è bisogno di aiuto

Anna e la sua solitudine

 “Avevo 17 anni quando mia madre si è suicidata. A tutti abbiamo detto che è morta d’infarto. Cosa avremmo dovuto dire? Volevamo evitare che la gente parlasse male di lei. Non ce la faceva più ad andare avanti. Tante volte mi sono rimproverata di non aver fatto abbastanza nei confronti della mia povera mamma ammalata. Questo pensiero ancora oggi mi sveglia di soprassalto in piena notte e mi fa star male tanto che non voglio legarmi a nessun’altra persona. Eppure, più di ogni altra cosa, avrei proprio bisogno di non sentirmi sola. Ho raccontato la mia storia per la prima volta alla Caritas. Mi sono sentita sollevata! Ora riesco finalmente a parlarne apertamente e posso farmi aiutare. Anni di solitudine sono adesso alle spalle, una nuova vita è iniziata!”. Anna (37 anni)

 

La povertà crea emarginazione

La povertà ha molti volti: quello dei genitori single, dei bambini, degli anziani, delle persone indebitate, solo per fare alcuni esempi. Le cause sono molteplici: una tragedia inaspettata, una malattia, la perdita del posto di lavoro o un reddito molto basso. Tutti i casi però sono accomunati dalla fatica di arrivare a fine mese. Solitudine, disperazione e stress mentale sono il risultato. Chi è povero, spesso, si ritira sempre più a vita privata, rinunciando alla vita sociale. Se si è genitori, questo influenza anche la vita dei propri bambini, perché la difficoltà di un padre e una madre fa soffrire gli stessi figli, che avranno a disposizione meno strumenti per la loro formazione. Anche gli anziani in stato di necessità soffrono molto, non riescono infatti a chiedere aiuto per la vergogna. Chi diventa povero, spesso ci rimane per tutta la vita.

 

Einsatz gegen die Armut

Come Caritas combattiamo la povertà nella nostra Diocesi con diverse iniziative: con servizi di consulenza per debitori, per persone in situazioni di crisi, dipendenza e/o problemi psichici, per profughi e migranti; gestisce dormitori e centri di accoglienza per persone senza dimora, una struttura per ex-carcerati, il servizio di sostegno al telefono, diversi centri di distribuzione pasti e assicura un sostegno finanziario a persone in situazioni di vita precarie. L’aiuto personalizzato è uno dei principi-base di Caritas. L’obiettivo è l’indipendenza dei beneficiari. Le soluzioni sono molte e individuali: esattamente come le persone.

 

Con la Sua donazione ci aiuta a combattere tutte le forme di povertà e a sostenere le persone colpite dal bisogno per ridare loro speranza. Attraverso consulenze, soluzioni concrete e sostegno economico la Caritas cerca di far riacquistare a queste persone la fiducia perduta, offrendo loro il miglior accompagnamento possibile, professionale e umano. Utilizzeremo la Sua offerta dove il bisogno è più acuto.

Indicando sul bonifico la causale "Caritas - dove il bisogno è più acuto" la Sua donazione sosterrà per persone in stato di bisogno.

  • Raiffeisen Cassa Centrale, IBAN: IT42 F0349311600000300200018;
  • Cassa di Risparmio di Bolzano, IBAN: IT17 X0604511601000000110801;
  • Banca Popolare, IBAN: IT12 R0585611601050571000032;
  • Intesa Sanpaolo, IBAN: IT18 B0306911619000006000065

Ulteriori informazioni: Caritas Diocesi Bolzano-Bressanone, I-39100 Bolzano, via Cassa di Risparmio 1, Tel. 0471 304 300, info(at)caritas.bz.it, www.caritas.bz.it

« alla lista dei progetti

Temi collegati


Condividi con i tuoi amici