visualizzare il contenuto principale
« alla lista dei progetti

Bolivia: acquedotti di vita

La scarsità di precipitazioni e di acqua condizionano gravemente la popolazione della regione di Cochabamba. Gli agricoltori si ritrovano spesso ridotti alla fame e sono costretti all’abbandono delle proprie terre e all’emigrazione. Insieme alla Caritas di Aiquile abbiamo l’obiettivo di dotare i villaggi della regione dell’altopiano di Cochabamba di pozzi, cisterne, acquedotti e fontanelle familiari. Con la sicurezza di avere una regolare disponibilità idrica, oltre che dal punto di vista igienico e sanitario, le famiglie contadine potranno migliorare la produzione agricola e assicurare foraggio ai loro pochi animali.

25

25 € scelto

50

50 € scelto

100

100 € scelto

altro importo

Bolivia: acquedotti di vita

I più poveri del Sudamerica

La Bolivia, con i suoi 10 milioni di abitanti, è la nazione più povera del continente sudamericano. Gli indici statistici di mortalità infantile e analfabetismo riflettono appieno la tragica realtà. L’intera nazione soffre i devastanti effetti del fenomeno meteorologico “Niño” che causa terribili siccità nella zona andina. Gli agricoltori si ritrovano spesso ridotti alla fame e sono costretti all’abbandono delle proprie terre e all’emigrazione. La scarsità di precipitazioni e di acqua condizionano gravemente la popolazione della regione di Cochabamba che difficilmente ne ha abbastanza anche solo per la pulizia personale e degli abiti. Questo causa molte malattie che colpiscono in particolar modo il mondo infantile.

 

Dalla fonte alla fontanella

In collaborazione con Caritas Aiquile, il nostro partner locale, affrontiamo da anni il problema della siccità che coinvolge la metà dei 230.000 abitanti della regione. I progetti idrici riguardano ogni anno  villaggi che sorgono tra i 1.500 e i 3.500 metri di altitudine. Gli abitanti dei villaggi contribuiscono con il loro lavoro allo scavo dei pozzi, alla costruzione delle grandi cisterne dotate di filtri per la potabilizzazione dell’acqua, alla posa delle condutture idriche e all’installazione di una fontanella nelle 229 casette contadine dei 2 villaggi, che vengono sostenuti quest'anno. Sono 1.133 le persone che beneficiano del progetto che si svolge nei villaggi di Cazorla e Buena vista. Con la sicurezza di avere una regolare disponibilità idrica, oltre che dal punto di vista igienico e sanitario, potranno migliorare la produzione agricola (patate, mais, orzo, canna da zucchero e ortaggi) e assicurare foraggio ai loro pochi animali. I lavori sono eseguiti in circa quattro mesi sotto la supervisione di tecnici forniti da Caritas Aiquile. La garanzia di vita degli impianti idrici è di almeno dieci anni e il costo totale del progetto è di 237.050 euro. Una persona per ognuno dei 2 villaggi riceve una formazione tecnica per la manutenzione di pozzi, filtri e acquedotti.

Il nostro obiettivo è dotare i villaggi della regione dell’altopiano di Cochabamba di pozzi, cisterne, acquedotti e fontanelle familiari. Anche se ci vorranno anni, solamente un intervento generale può dissetare un’intera regione e contribuire a cambiare in meglio la qualità della vita di migliaia di persone garantendo uno sviluppo a una delle regioni più povere della Bolivia.

 

Cibo, salute e lavoro

Anche solo con un piccolo contributo, potrà contribuire a garantire la disponibilità di acqua a tanti villaggi contadini. Acqua significa cibo, salute, lavoro e non dover lasciare la terra in cui si è nati: acqua significa vita.

La preghiamo di indicare la causale “Bolivia” nel bonifico bancario.

Cassa Rurale Raiffeisen: IBAN: T42F0349311600000300200018
Cassa di Risparmio di Bolzano: IBAN: IT17X0604511601000000110801
Banca Popolare: IBAN: T12R0585611601050571000032
Intesa Sanpaolo: IBAN: IT18B0306911619000006000065

Per ulteriori informazioni, può rivolgersi ai collaboratori del servizio Mondialità della Caritas: I-39100 Bolzano, via Cassa di Risparmio 1, Tel. 0471 304 351, international(at)caritas.bz.it.

« alla lista dei progetti

Temi collegati


Condividi con i tuoi amici