visualizzare il contenuto principale

Servizio Hospice: eventi durante la Settimana Santa per chi ha subito un lutto

La crisi dovuta la Coronavirus ha cambiato radicalmente la vita quotidiana e anche molti suoi rituali. Per tutti coloro che hanno perso una persona cara, tutto ciò ha portato a un carico di ulteriore sofferenza difficile da sostenere, soprattutto durante la Settimana Santa, quando il ricordo di chi non c’è più è più presente e ci si reca più spesso sulle tombe. Per sostenere chi ha subito un lutto e dare un segno di conforto, il Servizio Hospice propone durante la Settimana Santa due eventi: nella cappella del cimitero di Bolzano gli operatori e volontari della Caritas esporranno la mostra "Vivere nella speranza" mentre a Bressanone sarà aperta per i visitatori una "stanza del lutto".

"Il tempo che precede la Pasqua è un tempo molto particolare, dedicato alla sofferenza e alla morte di Gesù, prima di celebrare la festa della sua Resurrezione. Il ricordo delle persone care scomparse, il lutto e il dolore vengono a galla ancora più spesso in questo periodo", dice la responsabile del Servizio Hospice della Caritas, sottolineando quanto sia difficile in questo momento a causa delle restrizioni imposte esprimere il proprio dolore e trovare conforto. "Il lutto ha però bisogno del suo tempo e anche del suo spazio. Solo se accettiamo i nostri sentimenti, solo se viviamo il tempo doloroso e non reprimiamo ciò che proviamo sarà possibile dal dolore far scaturire nuova forza e gioia di vivere", dice Innerhofer.

Per sostenere le persone in lutto e mostrare loro che non sono sole, i collaboratori e i volontari del Servizio Hospice propongono a Bolzano e Bressanone durante la Settimana Santa due momenti di condivisione.

Nella cappella del cimitero di Bolzano sarà visitabile tutti i giorni dal 29 al primo aprile, dalle ore 14 alle 18, la mostra "Vivere nella speranza". Immagini e citazioni aiuteranno i visitatori a riflettere e trovare simboli che danno forza e conforto.

A Bressanone, invece, una "stanza del lutto" sarà aperta nella Cappella di San Giovanni da lunedì 29 a mercoledì 31 marzo, ogni giorno dalle ore 10 alle 17. I visitatori potranno affidare il loro dolore a un “muro del pianto”, accendere una candela per esprimere i loro desideri o la loro gratitudine, parlare con un accompagnatore del Servizio Hospice o semplicemente godere del potere del silenzio.

Il Servizio Hospice offre inoltre, per chi lo volesse, consulenze e colloqui personali. "Se cercate qualcuno con cui parlare o per condividere il vostro dolore, noi siamo qui", è l’invito della responsabile del Servizio Hospice.

Gli uffici del Servizio Hospice si trovano a Bolzano (tel. 0471 304 370, hospiz@caritas.bz.it), Merano (tel. 0473 495 631, hospiz.meran@caritas.bz.it), Bressanone (tel. 0472 268 418, hospiz.brixen@caritas.bz.it), Brunico (tel. 0474 413 978, hospiz.bruneck@caritas.bz.it) e Silandro (tel. 366 58 89 441, ho-spiz.schlanders@caritas.bz.it).

Temi collegati


Condividi con i tuoi amici