visualizzare il contenuto principale

Raccolta degli indumenti usati Caritas: il countdown è iniziato

Sabato 9 novembre sarà il giorno della grande raccolta ma molti dei 3.000 volontari impegnati in questa azione della Caritas sono già all’opera. In molte parrocchie, infatti, i sacchi gialli saranno raccolti nei prossimi giorni, per essere caricati in tempo questo sabato. In alcune località sono aperti anche appositi punti di raccolta in modo tale che vestiti, biancheria, scarpe e borse non si bagnino e non si sporchino in attesa di essere caricati sui camion. Il ricavato dalla raccolta degli indumenti sarà messo a disposizione di persone in difficoltà che vivono nella nostra provincia: sarà utilizzato per il servizio di Volontariato, per il lavoro nel servizio Hospice, per la Consulenza Debitori, per i progetti di integrazione nel mondo del lavoro e per il fondo di solidarietà. I sacchi gialli sono ancora disponibili nei prossimi giorni presso gli uffici della Caritas a Bolzano, Merano, Bressanone e Brunico e presso le parrocchie.

La raccolta si terrà indipendentemente dalle condizioni atmosferiche. Per questo la Caritas chiede ai donatori di informarsi nelle rispettive parrocchie sui luoghi e gli orari della raccolta e di consegnare i sacchi in tempo utile perché non rimangano in strada esposti alle intemperie. “Le parrocchie e i responsabili locali sono pronti a fornire le informazioni necessarie sulle rispettive date e luoghi di raccolta”, spiega Brigitte Hofmann, che coordina la raccolta. Quest'anno la Caritas non effettuerà la raccolta nelle città di Bressanone e Merano. Chi desidera comunque donare alla Caritas i propri indumenti usati può farlo il giorno della raccolta a Varna, presso il parcheggio dietro alla cooperativa Melix e, per il bacino d'utenza di Merano, a Lagundo, presso il parcheggio della birreria Forst.

La Caritas ha allestito 51 punti di raccolta in tutta la provincia dove poter caricare sabato su camion gli abiti usati raccolti nelle diverse parrocchie. Anche quest'anno la Caritas può contare sull'aiuto di circa 3.000 volontari di tutte le età. La raccolta degli abiti usati è la più grande azione di volontariato esistente in Alto Adige. “Molti volontari sono degli affezionati della raccolta, ma ci sono sempre nuove persone che desiderano darci una mano. Senza di loro non sarebbe possibile realizzare tutto questo”, ringrazia Brigitte Hofmann.

Affinché i vestiti possano essere riutilizzati, la Caritas invita a consegnare solamente vestiti in buono stato. Sono destinati alla vendita sul mercato mondiale dei vestiti usati, perché la quantità dei vestiti raccolti – l’anno scorso circa 620 tonnellate – supera sensibilmente il bisogno del nostro territorio. Il ricavato sarà messo a disposizione delle persone bisognose del nostro territorio: sarà utilizzato per il servizio di Volontariato, per il lavoro nel servizio Hospice, per la Consulenza Debitori, per i progetti di integrazione nel mondo del lavoro e per il fondo di solidarietà per persone in difficoltà. “I vostri indumenti usati donati serviranno così per sostenere in Alto Adige persone bisognose di aiuto e assistenza”, conclude il direttore della Caritas Paolo Valente.

Chi avesse bisogno di ulteriori sacchi gialli, può rivolgersi alle sedi della Caritas di Bolzano (via Cassa di Risparmio 1), Brunico (via Paul von Sternbach 6), Bressanone (via della Stazione 27 a) e Merano (via delle Corse 52). In alcune località i sacchi sono disponibili anche presso panifici e altri esercizi commerciali. Per domande riguardanti la raccolta, la Caritas mette a disposizione una linea telefonica diretta. I collaboratori della Caritas sono a disposizione negli orari d’ufficio e per tutto sabato 9 novembre al numero di tel. 0471 304 330 e all’indirizzo mail indumentiusati(at)caritas.bz.it.

Temi collegati


Condividi con i tuoi amici