visualizzare il contenuto principale

“L’Alto Adige aiuta” per il quattordicesimo anno

Torna anche quest’anno "L'Alto Adige aiuta". La più nota azione di beneficenza in Alto Adige, che ha unito Caritas, Bauerlicher Notstandsfonds, Assistenza Tumori Alto Adige, le emittenti radiofoniche Radio Tirol e Südtirol 1 insieme alla casa editrice Athesia, è una testimonianza importante di solidarietà vissuta: dalla sua ideazione ad oggi sono stati donati circa 6,9 milioni di euro, che hanno aiutato 1.993 famiglie e singole persone. Anche quest'anno l’azione sarà accompagnata da molteplici iniziative. L'obiettivo è quello di sensibilizzare gli altoatesini a donare per le persone che in questa terra a causa di eventi o disgrazie imprevedibili hanno urgente bisogno di aiuto e assistenza.

“La vita riserva molte sorprese, non tutte purtroppo sono piacevoli. Come rappresentante dei media ho a che fare quotidianamente con episodi drammatici e tragedie. Da un giorno all'altro le persone possono perdere tutti i loro averi, ammalarsi gravemente, vedere interrotte le loro relazioni più importanti o addirittura perdere per sempre la persona amata. Tutto d'un tratto nulla è più come prima, tutto d'un tratto la terra frana sotto i piedi e le preoccupazioni diventano il pensiero costante quotidiano. Oltre alla sofferenza umana spesso si aggiungono le difficoltà finanziarie. In questi momenti c'è bisogno di un aiuto rapido e non burocratico. Proprio questa ragione ci ha spinto 13 anni fa a fondare l'associazione “L’Alto Adige aiuta” che finora ha dimostrato sul campo la sua efficacia” dice il presidente dell'associazione Heiner Feuer.

Solo l'anno scorso sono state effettuate dagli altoatesini 3.642 donazioni, per un totale record di quasi 1,2 milioni di euro raccolti; 246 famiglie e singole persone hanno ricevuto così un prezioso sostegno grazie a "L’Alto Adige aiuta". Un aiuto immediato e senza le lungaggini della burocrazia: è proprio questo il punto di forza de "L’Alto Adige aiuta". Bäuerlicher Notstandsfonds, Caritas, Assistenza Tumori Alto Adige e altre associazioni del sociale si impegnano nel raccogliere le situazioni di emergenza da sostenere. Vicini di casa, amici, conoscenti, sono tante le persone che contattano direttamente l’”Alto Adige aiuta”. “Tutte le richieste di sostegno vengono esaminate attentamente e i casi da sostenere selezionati accuratamente” sottolineano Leopold Kager del Bäuerlichen Notstandsfond, il direttore della Caritas Paolo Valente e Marcus Unterkircher, direttore dell'Assistenza tumori Alto Adige. “Certo, il denaro non può curare la malattia, alleviare la sofferenza umana o cancellarla, ma aiuta a continuare la lotta e a ritrovare il coraggio per andare avanti con più speranza. Le donazioni saranno utilizzate solamente dove c'è veramente bisogno di aiuto e dove è in gioco l'esistenza stessa delle persone”.

“"L'Alto Adige aiuta" è un'iniziativa molto importante, perché anche in un paese relativamente ricco come l'Alto Adige, ci sono purtroppo persone che si trovano ad affrontare situazioni di emergenza, nei confronti delle quali l’aiuto pubblico non è sufficiente o sufficientemente tempestivo” dice il presidente Arno Kompatscher, che sostiene convintamente la campagna dando il suo patrocinio. “Grazie alla collaborazione dei media e delle organizzazioni ogni anno sono sempre più gli altoatesini che sostengono persone che si trovano a vivere condizioni di particolare difficoltà. Di questa solidarietà ne beneficia l’intera nostra comunità”.

Per conferire all’azione attrattività, gli organizzatori pensano ogni anno qualcosa di nuovo. Uno dei momenti clou è la cosiddetta “asta dei vip”. "Anche quest'anno alcune personalità si mettono nuovamente al servizio della buona causa proponendo esperienze fuori dall’ordinario” afferma Martin Pfeifhofer di Radio Tirol, che coordina le aste e i diversi incontri ed eventi de “L’Alto Adige aiuta”. Le aste si svolgeranno poco prima di Natale, dal 16 al 20 dicembre (vedi Aste). Lo spirito di solidarietà che anima gli altoatesini si può vedere ogni anno in occasione della grande maratona di donazioni che si terrà quest'anno il 23 dicembre su "Radio Tirol" e "Südtirol 1", momento clou della campagna. “Ogni anno sono più di 1.000 le donne, gli uomini, i bambini e le aziende che partecipano telefonicamente o su internet alla maratona delle donazioni. Ogni somma donata, non importa l’entità, ci aiuta ad aiutare”, sottolinea Martin Pfeifhofer.

 Dopo il travolgente successo della canzone natalizia de “L’Alto Adige aiuta” "Zuhause - Dahoam", uscirà un nuovo pezzo per tutti gli ascoltatori. Quest'anno le star di Radio Südtirol 1 Maria Moling, Wolfgang Schmid, Patrik Strobl e Michael Aster insieme al produttore e chitarrista Chris Kaufmann e al presentatore altoatesino Martin Perkmann hanno pubblicato la nuova canzone natalizia di "Südtirol-hilft" "In dieser einen Nacht", disponibile per la prima volta in un CD insieme al brano "Zuhause - Dahoam". Il CD è acquistabile in tutte le librerie Athesia. Tutti i proventi andranno in beneficenza. Tutte le persone coinvolte nel progetto si sono prestate gratuitamente.

La lotteria con un viaggio da sogno  è ormai diventata un must dell’azione di beneficenza “L’Alto Adige aiuta”. Con il sostegno attivo delle agenzie di viaggio altoatesine e del tour operator TUI Cruises sarà possibile vincere una stupenda crociera del valore di 9.000 euro. Destinazione: i luoghi da sogno dei Caraibi con partenza e arrivo a La Romana, Repubblica Dominicana. Con il motto "Regala l'Alto Adige aiuta - per una doppia felicità" sarà possibile donare per Natale un biglietto con cui partecipare all’estrazione. I biglietti, del valore di 50 euro ognuno, sono soltanto 1.000, in modo tale che la possibilità di vittoria sia reale e concreta. I veri vincitori però saranno i bisognosi che riceveranno aiuto grazie al ricavato raccolto dalla vendita dei biglietti. I biglietti sono disponibili da sabato 30 novembre presso l’Athesia, le agenzie di viaggi altoatesine, e l’Unione commercio turismo. Il sorteggio avrà luogo il 27 dicembre in diretta su "Südtirol 1" e "Radio Tirol".

“L’Alto Adige aiuta” riceve anche un energico sostegno esterno. Numerose imprese, associazioni di categoria e singole persone vengono in aiuto all’azione con proprie iniziative di contorno. Di piú

Temi collegati


Condividi con i tuoi amici