visualizzare il contenuto principale

Caritas ringrazia i suoi numerosi volontari

Per la Caritas, la Giornata internazionale del volontariato rappresenta l’occasione per ringraziare i numerosi volontari che ogni anno ne impreziosiscono il lavoro, nei servizi come nelle parrocchie. “Senza di loro, gran parte dei servizi che si occupano delle persone in difficoltà non sarebbero realizzabili, e questo vale anche per chi si prende cura dei bisognosi nelle parrocchie”, esprime così la propria gratitudine il direttore della Caritas Paolo Valente. Chi desidera fare esperienze di volontariato, mettendosi al servizio degli altri, può consultare la “borsa del volontariato” della Caritas.

Ogni anno, numerosi volontari sostengono il lavoro della Caritas impegnandosi per le persone in difficoltà. Nei servizi della Caritas diocesana sono attualmente attivi 830 volontari, tutti regolarmente inquadrati. A questi vanno aggiunte le molte persone che prestano volontariato nelle parrocchie. “L’energia di questi preziosi aiutanti amplifica le possibilità di aiuto della Caritas nei confronti degli altri”, sottolinea Brigitte Hofmann, responsabile dell’area “Caritas&comunità” che segue e coordina l’inserimento dei volontari all’interno della Caritas.

Oltre alla Caritas, molte altre organizzazioni sono costantemente alla ricerca di persone disposte a prestare volontariato nel sociale. È questo il motivo che ha spinto la Caritas, 18 anni fa, a creare il portale della “borsa del volontariato” (www.borsavolontariato.it). Questo servizio online che mette in comunicazione le persone e le organizzazioni interessate al volontariato nel mondo del sociale, attualmente è in grado di collocare mediamente un volontario al giorno. Sono più di 300 le persone che quest’anno hanno potuto accedere al mondo del volontariato sociale attraverso la Caritas. La “borsa del volontariato” al momento propone alle persone interessate una scelta fra 70 diversi campi di attività.

Per la Caritas la Giornata internazionale del volontariato è anche l’occasione per invitare le persone a donare una parte del proprio tempo libero agli altri. “Chi fa volontariato non riceve un compenso in denaro, ma viene ripagato dagli incontri umani, dal riconoscimento e dalla soddisfazione che derivano dallo svolgere compiti interessanti e virtuosi, che spesso costituiscono una moneta più preziosa. I volontari raccolgono almeno quanto danno, mostrando l’importanza del prendersi cura del prossimo in tempi come questi, ma non solo”, dice il direttore della Caritas Paolo Valente a proposito del valore del volontariato.

Maggiori informazioni sulle attività di volontariato sociale possono essere consultate sul sito della “borsa del volontariato”, oppure contattando direttamente gli uffici del servizio “Caritas parrocchiali e volontariato” a Brunico, Bressanone, Merano e Bolzano, o telefonando al numero 0471 304 330.

 

 


Condividi con i tuoi amici