Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

FAQs

1

Come si accede al servizio

 
  • L’accoglienza è decisa dal comitato composto dall’assistente sociale di riferimento del servizio di integrazione sociale dell’Azienda dei Servizi sociali della città di Bolzano e il responsabile della struttura.
  • Non è possibile accogliere domande di accoglienza telefonicamente ed è necessario presentarsi di persona al servizio per un colloquio preliminare, da concordare almeno con il responsabile della casa.
  • La norma prevede che sia un servizio (sociale o specialistico) a richiedere l’accoglienza, segnalando obiettivi e tempi dell’accoglienza.
  • In ogni caso la persona che si presenta viene inserita nella lista di attesa. La lista di attesa non segue un ordine cronologico, ma vengono considerate in primo luogo le emergenze – urgenze.

 
2

Le tipologie d'accoglienza

 
La Casa dell’Ospitalità prevede tre diverse tipologie di accoglienza, per un massimo di 32 posti suddivisi secondo le seguenti caratteristiche e tempistiche:
a) Casa dell’Ospitalità: 20 posti dedicati a persone seguite da altri servizi (sociali o specialistici), che seguono un progetto individuale di reinserimento sociale – lavorativo per la durata massima di due anni. In assenza di tale progetto o senza una chiara espressione del bisogno da parte dell’ospite la permanenza massima è di sei mesi. Questo tipo di accoglienza è dedicato solo a cittadini italiani o che provengano dall’Unione Europea.
b) Centro crisi: 10 posti dedicati a persone in particolare situazione di disagio sanitario (prima di un’operazione, periodo di convalescenza ecc.). La durata della permanenza è collegata alle prescrizioni del centro specialistico – ospedaliero. Solo ed esclusivamente in questo caso si possono accogliere anche cittadini provenienti da paesi non appartenenti all’UE.
c) Situazioni croniche: 2 posti riservati a persone in situazioni sanitarie e di età particolarmente delicate con permanenza di durata illimitata.
Si sottolinea il fatto che il servizio non garantisce in nessun caso prestazioni di tipo sanitario, svolgendo esclusivamente compiti nell’ambito sociale, di accoglienza.

 
3

Cosa offre la Casa dell'Ospitalità?

 
La Casa garantisce ai suoi ospiti:
  • Un posto letto con armadio e comodino in stanze che possono essere da 2 a 4 posti
  • Colazione, pranzo e cena
  • Lenzuola, piumino/coperte, cuscino, federe, asciugamani
  • Servizio lavanderia e stireria interno
  • Kit di igiene personale
  • Sostegno nella ricerca del lavoro (uso di internet, telefono, fax, scrittura ed invio curricula…)
  • Accompagnamento e mediazione
  • Attività di animazione

 
4

Chi può accedere alla Casa dell'Ospitalità?

 
La Casa dell’Ospitalità è aperta a uomini maggiorenni, con documento di identità valido e in particolare stato di disagio, senza dimora ed è gestita dalla Caritas su incarico dell’Azienda dei Servizi sociali di Bolzano.

 
 
 



 

Diocesi Bolzano-Bressanone
 
A A A

Contatto
Caritas Diocesi Bolzano-Bressanone
Via Cassa di Risparmio, 1
I-39100 Bolzano - Alto Adige - Italia
Tel. 0471 304 300
Fax 0471 973 428
www.caritas.bz.it

 
Fondo sociale europeo Facebook Twitter Google Plus