Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

FAQs

1

Cosa fa l'Aiuto catastrofi in caso di calamità o guerre?

 
In caso di calamità o guerre, obiettivo primo è garantire la sopravvivenza delle popolazioni organizzando rapidamente la raccolta e la distribuzione di acqua potabile, cibo, materiale sanitario e igienico, coperte e ripari di emergenza. L’Ufficio Esteri - che si occupa dell'Aiuto catastrofi della Caritas di Bolzano-Bressanone - partecipa agli interventi di aiuto raccogliendo informazioni dalla rete internazionale della Caritas. Successivamente viene avviata una raccolta fondi e predisposto un piano di intervento. Da ultimo l’ufficio verifica l’andamento delle operazioni di soccorso e informare i donatori.

 
2

Chi sono i vostri partner?

 
Soprattutto nei casi di emergenze umanitarie, le Chiese e le Caritas locali garantiscono la conoscenza delle situazioni, lingua, leggi, cultura e tradizioni e sono conosciute e riconosciute da popolazioni e governi. La Chiesa mette a disposizione le sue strutture, i volontari e garantisce le azioni che la rete Caritas mette in atto. La seconda fase degli interventi a favore delle popolazioni colpite riguardano invece la riabilitazione o la ricostruzione di edifici (privati o di pubblica utilità) per consentire il re-insediamento delle comunità. Per i progetti di cooperazione allo sviluppo l’Ufficio Esteri collabora soprattutto con altre Caritas nazionali e/o diocesane, organizzazioni e associazioni non governative locali, missionari.

 
3

La mia offerta: come, quanto e dove viene utilizzata?

 
I fondi utilizzati per finanziare i progetti di cooperazione allo sviluppo provengono al 95% da donatori privati (singole persone, ditte o imprese) attraverso offerte e donazioni; un 5% proviene invece da enti pubblici (Regione TN-AA) e dall’8x1000. I fondi ricevuti con specifica destinazione (paese o azione/progetto) sono utilizzati esclusivamente per quegli interventi, i fondi ricevuti con indicazione generica (fame nel mondo, aiuti umanitari ecc.) possono invece essere utilizzati ovunque se ne presenti bisogno per sostenere microprogetti o interventi di aiuto. Il 100% delle offerte è utilizzato per la conduzione e la realizzazione del progetto. L’invio dei fondi, il loro utilizzo, i rapporti contabili dei partner e le relazioni finali di fine progetto sono a disposizione presso l’Ufficio Esteri di via Cassa di Risparmio 1 a Bolzano e sono sottoposti annualmente a verifica da parte di una apposita agenzia esterna di controllo. Per ogni offerta ricevuta, la Caritas invia al donatore una lettera di ringraziamento e l’attestazione utilizzabile per detrarne la quota prevista dalle loro dichiarazioni dei redditi.

 
 
 



 

Diocesi Bolzano-Bressanone
 
A A A

Contatto
Caritas Diocesi Bolzano-Bressanone
Via Cassa di Risparmio, 1
I-39100 Bolzano - Alto Adige - Italia
Tel. 0471 304 300
Fax 0471 973 428
www.caritas.bz.it

 
Fondo sociale europeo Facebook Twitter Google Plus